Lascia un commento

Il ritorno di Thor

Tom Hiddleston, Chris Hemsworth, Natalie PortmanPremessa necessaria: Thor non è il mio preferito tra i supereroi Marvel. Mi piace moltissimo, cosìcome adoro Iron Man, la Torcia Umana e Fenice, per fare qualche nome, ma non è quello a cui sono più affezionata. Quello è, e sarà sempre, Spider-Man.

Ora che lo sapete, posso raccontarvi che impressione mi ha fatto ieri sera Thor: the Dark World, ultima uscita cinematografica di mamma Marvel.
La storia nasce dall’applicazione di uno schema classico al caso di specie: un’arma millenaria pericolosissima cade nelle mani di un’umana ignara di tutto che casualmente è l’innamorata del dio col martello, degli esseri cattivissimi invadono tutti i mondi possibili per recuperarla e muore tante gente, l’eroe infine batte tutti. A questo sono stati aggiunti dei colpi di scena spiazzanti e sprazzi di ironia ben integrata in un contesto prevalentemente drammatico.

Chris Hemsworth è un Thor perfetto, nell’apparenza e nella recitazione. Altissimo, muscoloso, marziale, sempre pronto a schierarsi accanto ai più deboli, è il guerriero e il leader ideale. E’ meno spaccone e più consapevole di quelli che sono i suoi doveri come principe di Asgard, e quando dimostra la sua umanità, situazione nella quale si rivela a volte inadeguato, è tenero e maldestro. Reduce dal successo di Rush, film che amo molto, Hemsworth dà nuovamente buona prova di sé. Tom Hiddleston è un Loki altrettanto convincente, una serpe sempre in cerca di vendetta per non si sa bene cosa che prova a dimenticare il (poco) buono che c’è in lui. Hiddleston ha dato vita ad un Loki sarcastico e tormentato dai sensi di colpa, sicuramente uno dei cattivi meglio riusciti di tutti i film Marvel, al punto da renderlo popolare almeno quanto il biondo e più aitante fratello. Pare che il personaggio fosse destinato a scomparire dopo la sua prima apparizione e che siano state le proteste dei fan a garantirne il ritorno. Direi che i produttori, dando ascolto al pubblico, hanno scelto bene: il rapporto fraterno tra Thor e Loki, contrastato ma intenso nonostante il passato, costituisce lo scheletro del film insieme a quello tra il dio e Jane Foster. Inutile dire quanto è brava Nathalie Portman, di questo non si stupisce più nessuno. La sua Jane è aggraziata persino quando schiva automobili che piovono dal cielo durante un attacco alieno. Credo che l’eleganza sia una caratteristica innata di Nathalie e che si rifletta naturalmente nei personaggi che interpreta. Poche altre attrici sono come lei.
Non piace affatto a Odino, questa terrestre di nome Jane. Sir Anthony Hopkins è più prepotente e isterico dell’episodio precedente, sempre pronto a dimostrare che il re, ad Asgard è lui e nessun altro. Quando il nemico attacca il suo popolo, sembra voler sacrificare tutto pur di salvaguardare il suo orgoglio. Christopher Eccleston, noto per il suo Doctor Who, è sepolto sotto il trucco di scena ma Malekith risulta malvagio e spietato al punto giusto. Non vuole governare i nove regni come Loki o tenerli in pace come Thor: li vuole al buio. Punto. I personaggi secondari sono quelli che già conoscevamo: la madre e gli amici di Thor, Frigga, Volstagg, Lady Sif, Hogun, Fandral, Heimdall; Eric Selvig, Darcy e la new entry Ian, stagista della stagista.

Gli effetti speciali sono ottimi, ma forse esagerati: da amante della mitologia in generale mai mi sarei immaginata di vedere astronavi distruggere Asgard. A tratti, sembrava di guardare un episodio di Star Trek o Star Wars Episode II. Il film non ne esce rovinato ma credo che forzare meno la mano avrebbe smarrito meno lo spettatore. La colonna sonora è invece particolarmente azzeccata, ed è firmata da Bryan Taylor.

La dualità tra Thor e Loki continua anche nel cuore delle fan. Il fascino di Hiddleston ha fatto breccia e alle prima molti occhi sono per lui, ma ragazze, insomma, vogliamo discutere di Chris? Ha un sorriso che da solo vale il costo del biglietto. Fortunatamente avete tempo di ripensarci, THOR WILL RETURN.

VOTO: 7

SCENA SIMBOLO: due, a pari merito. Il cameo di Chris Evans-Captain America e Thor che appende Mjolnir nell’ingresso della casa di Jane. Due cuori e un martello magico.

Annunci

Informazioni su Francesca

Normalmente, da blogger mi occupo di politica, interna ed internazionale. Nel tempo libero leggo e vado al cinema, non sempre con buoni risultati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: